Il roaming della discordia

Puntata del 24.9 - Da luglio nuove disposizioni più favorevoli, ma è davvero tutto chiaro e trasparente?

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Bollette salate: in Svizzera c’è chi, in passato, si è trovato a pagare veri e propri salassi a causa delle elevate tariffe di roaming. Dal primo luglio, però, le nuove disposizioni previste dalla revisione dell’Ordinanza sulle telecomunicazioni a tutela dei clienti fanno ben sperare.

Tutto bene? Non proprio. Perché anche durante quest’estate c’è chi, in partenza per le vacanze all’estero, ha stipulato sì convenienti pacchetti dati per il roaming, ma si è ritrovato poi a pagare cifre da capogiro! E poi c’è la questione del limite dei costi di roaming: non sempre i clienti sanno che oggi hanno il diritto di fissarlo, anche se il contratto è stato stipulato nel passato. E non tutti gli operatori di telecomunicazione rispetterebbero le nuove regole su scadenze o le modalità da mettere a disposizione dei clienti per stipulare pacchetti con tariffe speciali per il roaming.

Insomma: le nuove disposizioni sono in vigore. Ma come siamo messi con l’applicazione delle regole?

Ne abbiamo discusso in diretta con Laura Regazzoni Meli, segretaria generale dell’Associazione consumatrici e consumatori TI e Oliver Sidler, ombudsman delle telecomunicazioni.

Prese di posizione

Condividi
Commenti
Commenti
I più votati
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti