Pericolo in pillole

Puntata del 3.02 - A causa di un farmaco anti acne partorisce una bambina con gravi malformazioni. Patti chiari denuncia il caso

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Isotretinoina: un farmaco contro l’acne talmente potente che le autorità sanitarie ne limitano l’impiego ai casi più gravi. Chi lo assume rischia effetti collaterali importanti, come disturbi psichici e danni al feto in caso di gravidanza. Oggi sul mercato svizzero sono presenti quattro prodotti: Curakne, Isotretinoïne, Roaccutan e Tretinac. Tutti sottoposti a severe misure di sicurezza.

L’inchiesta di Patti chiari rivela la storia di una giovane ticinese a cui un dermatologo del cantone aveva prescritto isotretinoina e che ha partorito una bambina affetta da gravi malformazioni.

La ricostruzione di Patti chiari svela i retroscena di una vicenda tragica e caratterizzata da molti errori, a partire dal mancato rispetto delle misure di sicurezza obbligatorie da parte del dermatologo. 

Il caso è stato oggetto di un’indagine da parte del Ministero Pubblico, procedura attivata dalla segnalazione del caso effettuata dal Farmacista e dal Medico cantonale. Qual è stato il ruolo degli operatori sanitari coinvolti? Come è possibile che non si sia potuta evitare una tragedia di questa portata?

Ospite in studio il Dottor Carlo Mainetti, primario EOC a Bellinzona e Mendrisio e presidente della Società svizzera di Dermatologia e Rudolf Stoller responsabile sicurezza farmaci Swissmedic.

Per approfondire:

Prese di posizione:

 

 

 

Condividi
Commenti
Commenti
I più votati
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti