(Reuters)

Pirati di carta di credito

Carte di credito: molto comode ma facili preda di pirati e hacker

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

PIRATI DI CARTA… (DI CREDITO) - Di Igor Staeheli e Olmo Cerri

Acquisti fatturati in doppio dalle banche a causa di una panne informatica, misteriosi hacker che riescono a rubare i dati di oltre 40 milioni di carte, estratti conto inviati erroneamente a terzi. Sono tempi duri per i milioni di utilizzatori di carte di credito.
E anche tra i telespettatori di Patti chiari c’è chi ha vissuto esperienze dolorose. Come la vittima di un furto che si è rivolta alla nostra redazione. Assieme al portamonete, le era stata sottratta la sua carta di credito. E quando la signora ha chiamato la propria banca per farla bloccare era già troppo tardi e il danno era ormai fatto. E che danno! In un quarto d’ora, in sei operazioni distinte, dalla sua carta qualcuno è riuscito a prelevare qualcosa come 5000 franchi! Ma com’è stato possibile? Una domanda che sorge spontanea per due motivi: primo, perché senza il codice PIN gli autori non avrebbero potuto effettuare alcuna transazione. E secondo perché il limite della carta era stato fissato a 1000 franchi al giorno. E oltre al danno anche la beffa: per un anno la banca non ha voluto sentire ragioni e ha preteso che la signora pagasse tutto, fino all’ultimo centesimo. Ma è normale? Probabilmente no, perché guarda caso, dopo che Patti chiari ha deciso di occuparsi della vicenda qualcosa si è mosso. Cosa esattamente lo scoprirete venerdì sera. Un caso che suscita molti interrogativi.

SE LA CARTA DI CREDITO VOLA… NELL’ARIA - Di Paola Leoni e Paolo Conti

Molti di noi le hanno già in tasca, ma non tutti se ne sono accorti: sono le carte di credito senza contatto. Oltre ad essere utilizzabili come quelle tradizionali, permettono di pagare molto velocemente piccoli importi. Basta avvicinarle al terminale apposito e il gioco è fatto: per i pagamenti fino a 40 franchi questo gesto è sufficiente, non serve né codice né firma. Comodo, rapidissimo … ma sarà anche sicuro? Patti chiari se lo è chiesto e ha ingaggiato un hacker etico per testare le principali carte di credito senza contatto.
La prima sorpresa? Lo strumento diabolico utilizzato dall’hacker per effettuare il test è un’applicazione, scaricabile gratuitamente sullo smartphone. La seconda sorpresa? Non perdetevi Patti chiari!

GUARDA QUI LA PUNTATA.

Condividi