(iStock)

Piccoli chimici

Quali sostanze chimiche contengono gli oggetti con cui vengono a contatto i nostri bimbi? Che impatto hanno sulla loro salute?

venerdì 20/12/19 15:35 - ultimo aggiornamento: venerdì 28/02/20 16:02

Patti chiari ha effettuato una full immersion nella vita quotidiana di alcuni piccoli cittadini della Svizzera italiana. Abbiamo spiato nelle loro camerette, scrutato i loro giocattoli, aperto i loro armadi, rovistato tra le stoviglie e, dulcis in fundo, ci siamo anche permessi di portarci via… i loro pannolini pieni di pipì! Questo proprio non l’avevamo ancora fatto! Uno scherzo? Per nulla, l’obiettivo è serissimo: analizzare le urine di questi bambini, alla ricerca di…. bisfenoli e ftalati, sostanze che si trovano in molti oggetti del nostro quotidiano, e di cui si parla da anni per i loro possibili effetti negativi sullo sviluppo fisico e mentale dei bimbi. Lo studio è effettuato da un laboratorio di Losanna, in collaborazione con il Dipartimento di tossicologia e farmacologia della locale università, e prende in considerazione bimbi di età compresa fra i 6 mesi ai 3 anni. Il progetto, coordinato dal Dottor Davide Staedler, è una prima europea, per età dei bimbi e modalità di analisi. Che cosa avranno trovato i ricercatori? Ci dobbiamo preoccupare?

Del tema abbiamo parlato con il Direttore generale dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche Bjorn Hansen: in pratica il garante della sicurezza chimica di 500 milioni di cittadini europei, che si è dovuto confrontare… con una giovane mamma della Svizzera italiana!

 

 

#DistantiMaVicini

In onda
  • LU
  • MA
  • ME
  • GI
  • VE
  • SA
  • DO
21:10
Seguici con