Lo scrutinio è previsto per il primo ottobre (ansa)

Catalogna, polizia contro il voto

La procura vuole impedire la consultazione popolare per l'autodeterminazione sequestrando il materiale di voto

martedì 12/09/17 16:40 - ultimo aggiornamento: martedì 12/09/17 17:00

Il ministero pubblico catalano ha ordinato a tutti i corpi di polizia della regione di impedire lo svolgimento del referendum di autodeterminazione. Il documento diffuso nella mattinata di oggi, martedì, impone il sequestro di urne, schede elettorali, e tutto il materiale (siti internet compresi) inerente il suo svolgimento e la sua promozione.

La consultazione popolare era stata evocata il 6 settembre dal presidente del Governo regionale indipendentista della Catalogna Carles Puigdemont ed è programmata per il primo ottobre prossimo, malgrado il divieto della Corte costituzionale e l’opposizione del Governo centrale di Mariano Rajoy.

Il presidente della regione catalana Carles Puigdemont (keystone)

Contro i membri del Governo catalano sono state aperte delle procedure penali per disobbedienza, prevaricazione e malversazione di fondi pubblici, accusa per cui si rischiano fino a otto anni di prigione.

ATS/Bleff

Seguici con