giu 1

Modem Evento - Alpeggi: un'estate da... lupi

Mercoledì alle 20.00, Centro scolastico Bassa Vallemaggia ad Aurigeno

Entrata libera
Vedi mappa
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sta per iniziare il carico degli alpi. Mucche, capre e pecore che trascorreranno i prossimi mesi in alta quota. E lassù potrebbero imbattersi nel lupo o in branchi di lupo. Una stagione che inizia tra polemiche e tensioni, a causa delle predazioni avvenute nelle scorse settimane in diverse regioni della Svizzera italiana.
L’economia alpestre deve sempre più fare i conti con la presenza di questi predatori e si trova a dover modificare il proprio modo di operare per potersi proteggere al meglio.
Ma val la pena fare questi sforzi oppure il rischio di vedere i propri animali predati dal lupo è troppo elevato? Quale dunque il futuro per questo settore, fondamentale per la cura del territorio e per la valorizzazione dei suoi prodotti?

Mercoledì 1° giugno “Modem” va sul territorio e organizza una serata pubblica al Centro scolastico Bassa Vallemaggia ad Aurigeno per dibattere della presenza del lupo e del futuro dell'economia alpestre.

Ospiti della serata:

  • Armando Donati - presidente Associazione per la protezione del territorio dai grandi predatori
  • Esther e Christian Monaco - allevatori
  • Federico Tettamanti - biologo
  • Massimo Mobiglia - presidente WWF Ticino
  • Un rappresentante dell’autorità cantonale

Entrata libera fino ad esaurimento dei posti a disposizione; nessuna prenotazione.

Una sintesi del dibattito sarà diffusa giovedì 2 giugno alle ore 8.30 su Rete Uno, mentre la versione integrale della serata potrà essere riascoltata o scaricata all’indirizzo: rsi.ch/modem

Uscire tra la gente e suscitare un dibattito pubblico fra addetti ai lavori e i cittadini. È l’obiettivo di Modem Evento, il magazine radiofonico mensile di approfondimento Modem. La redazione sceglie un tema e un luogo dove proporre serate di confronto su questioni d’attualità nei luoghi in cui gli eventi sono vissuti o hanno un impatto sulla comunità.