Dieta mima digiuno / Cibi esotici / Test robot tosaerba

Settimanale di inchiesta e informazione sui diritti dei cittadini e dei consumatori a cura di Lorenzo Mammone

(RSI/Patti chiari)

Dieta mima digiuno / Cibi esotici / Test robot tosaerba

Puntata del 28.04.2017

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Pochi giorni l’anno a stomaco (quasi) vuoto: potrebbe bastare questo per campare 100 anni e… in salute!

Sono le promesse della “dieta mima digiuno” – la cosiddetta DMD -  sperimentata dal ricercatore Valter Longo. Ma sarà vero? Patti chiari , nel servizio di Jonathan van Lamsveerde e Paola Leoni  testa la DMD: riuscirà il nostro giornalista a sopportare i morsi della fame per 5 giorni seguendo la dieta ipocalorica? E, soprattutto, ne varrà la pena?

Un fatto è certo: questo regime alimentare sta facendo molto discutere. Se da un lato i primi studi clinici sembrano essere incoraggianti, dall’altro c’è chi lancia l’allarme: è prematuro raccomandare questa dieta in assenza di più ampi e necessari studi e senza averne testato gli effetti a lungo termine.

 

Esotismo da... supermercato

I cibi esotici riscuotono un successo sempre maggiore: specialità giapponesi, indiane, thailandesi, messicane sono ormai di casa sulle nostre tavole. Lo testimoniano gli scaffali dei grandi magazzini sui quali questi prodotti occupano uno spazio sempre maggiore.

Ma cosa si trova nei kit che dovrebbero trasformarci in esperti di cucine lontane? Ingredienti e ricette rispettano davvero quelle originali? Se si va a indagare, le sorprese non mancano: più che specialità esotiche, quel che ci viene offerto è marketing allo stato puro…

Non parliamo poi dei piatti pre-confezionati dove l’unico imperativo è risparmiare sugli ingredienti per abbassare i prezzi e aumentare i margini di guadagno.

E la stessa cosa, a volte, avviene con le materie prime: ad esempio il Basmati, considerato il re dei risi, che può costare anche il doppio delle varietà meno nobili. Ma non sempre in commercio si trova il Basmati DOC… E anche qui la fregatura è servita nel piatto.

 

Sfida tra robot

Quanti di voi sognano un bel giardino? Piante, fiori e erba. Tanta erba! Ma poi va tagliata... E allora qualcuno inizia a lamentarsi.

Per coloro che non sopportano questa incombenza la soluzione è a portata di mano. Ci pensa il robot tagliaerba.

Oggi ce ne sono di molto performanti sul mercato e in questi giorni sono tornati all’opera nei giardini di mezza Svizzera.

Ma come scegliere quello giusto per le vostre esigenze?

A consigliarvi, in questo servizio, nientemeno che il giardiniere che mantiene impeccabili i campi da tennis di Wimbledon.

Condividi