Ti conosco mascherina / Nella rete dei broker

LA 1, venerdì 22 maggio, 21:05

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Con la riapertura di aziende, negozi, scuole, bar e ristoranti il suo uso sarà sempre più frequente. Ma che tipo di mascherina porta la popolazione e come la porta?

In Svizzera non è obbligatoria. Il Consiglio federale e l’Ufficio federale della sanità pubblica ripetono da settimana che il rispetto delle distanze e l'igiene delle mani restano le misure più importanti per proteggersi dal coronavirus.

Certo sui mezzi pubblici, al lavoro o nei supermercati può essere una sicurezza in più. A patto però di saperla usare. Perché utilizzare la mascherina in modo scorretto, è peggio che non utilizzarla. E allora da chi, come e dove viene indossata nella vita di tutti i giorni nella Svizzera italiana? E quale mascherina? La più diffusa è quella chirurgica, chiamata anche altruista perché protegge soprattutto gli altri dal contagio. Le confezioni di mascherine non sono più merce così rara. Si trovano in farmacia, ma anche nella grande distribuzione e in altri negozi.

E allora: sono tutte uguali? E cosa dire del costo? Il prezzo si sta attestando sul franco l’una, se ne trovano anche a 60 centesimi. Ma sono monouso. E i conti sono subito fatti. E allora per risparmiare ecco spuntare le soluzioni fai da te. Sciarpe, foulard e bandane avvolti attorno al viso o mascherine confezionate in casa seguendo i numerosi tutorial che si trovano in rete. Certo si possono lavare e riutilizzare. Ma proteggono davvero? C’è un tessuto più adatto di un altro? Insomma come possiamo districarci nella giungla delle mascherine?

Condividi