Incontro con Pierpaola Porqueddu (3./3)

di Roberto Corrent

Da anni ormai assistiamo a uno stato di smarrimento nelle grandi case discografiche, in parte dovuto alle rapide trasformazioni tecnologiche che hanno reso il Compact Disc un oggetto obsoleto, ma in parte la ragione è anche da individuare nella difficoltà di trovare un cavallo vincente su cui puntare…

A offrire nuova linfa al mondo delle interpretazioni sono spesso etichette discografiche minori, quali Hyperion, Erato, Alpha ecc… Quando non addirittura le registrazioni a spese dell’interprete, come nel caso di cui ci siamo occupati a novembre, quello della pianista sarda Pierpaola Porqueddu, che con il suo CD dedicato a Haydn, Mozart, Schumann, Chopin e Debussy aveva sbaragliato illustri colleghi in un blind test della SRF Zwei Kultur. Ma della pianista sarda non s’è accorta solo la Radio svizzera: l’etichetta veronese Fluente Records ha da poco pubblicato un CD dedicato alla musica russa per bambini, che contiene due opere di Prokof’ev e Kabalevskij, che saranno al centro di questa puntata di “Arabesque”.