(Keystone )

Capire il Medioriente

di Matteo Martelli

Uno scambio umano e intellettuale al di là dei confini, delle culture e delle lingue, che vuole creare amicizie, rafforzare reti e idee. Il tutto, per promuovere la conoscenza del Medioriente Mediterraneo. È il MEM Summer Summit, piattaforma dell’Università della Svizzera italiana che in questo mese di agosto 2019 ha riunito a Lugano giovani leaders e change-makers per elaborare nuove visioni del loro futuro comune.

La redazione dell’attualità culturale di Rete Due ha seguito il forum conclusivo dal Palazzo dei Congressi con una postazione di diretta, da dove sono passati alcuni dei molti ospiti internazionali.

Nel primo collegamento, Federica Frediani, responsabile del MEM Summer Summit, ci spiega il senso del progetto; Lazare Eloundou Assomo, che per l’UNESCO si occupa di difendere la cultura in situazioni d’emergenza, riflette sul potere del patrimonio culturale quale portatore di pace; Claudia, giovane studente in diritto internazionale, ci racconta la sua esperienza di giovane changemaker; infine, Rolla Scolari, giornalista esperta di Medioriente, ci riporta alcune considerazioni dalla sessione tematica dedicata alla democratizzazione del mondo arabo.

 

 

Nel secondo collegamento, ci siamo occupati di cooperazione regionale. Maurizio Bona, collaboratore del CERN, ci ha presentato SESAME, progetto scientifico con sede in Giordiania che ha coinvolto l’Autorità Nazionale Palestinese e Israele, con Cipro, Egitto, Iran, Giordania, Pakistan e Turchia. Con lo psichiatra libanese Rabih El Chammay, Professore presso l’Université Saint-Joseph di Berit, abbiamo infine affrontato la difficile questione della salute mentale fra i rifugiati siriani nel suo Paese.

 
Ora in onda RG - Prima pagina In onda dalle 12:00
Brani Brani in onda Hard times - David "Fathead" Newman Ore 9:26