Walther Teutsch, L’assalto dei bavaresi, 1914, litografia, mm 310 x 290 (inciso), mm 410 x 350 (foglio)
Walther Teutsch, L’assalto dei bavaresi, 1914, litografia, mm 310 x 290 (inciso), mm 410 x 350 (foglio) (courtesy artegrandeguerra.it)

Arte urlata, arte vissuta

L’arte durante e oltre la prima guerra mondiale - di Anna Pianezzola

BLU COME UN'ARANCIA
da lunedì 16 a venerdì 20 giugno 2014 - ore 17:40 e in replica alle 01:30
da lunedì 23 a venerdì 27 giugno 2014 - ore 17:45 e in replica alle 01:30
 

I 100 anni dalla prima guerra mondiale, sono l’occasione anche per capire quali cambiamenti  e quali influssi l’esperienza bellica provocò nell’arte dei paesi belligeranti.  E come cambiò il ruolo dell’arte durante la grande guerra. Un’occasione per rievocare gli “anni eroici” delle Avanguardie artistiche, dal Cubismo al Futurismo, dall’Astrattismo al Dadaismo al Costruttivismo. Ma anche per avvicinare quel mondo sommerso e quasi sconosciuto rappresentato dall’opera degli “artisti soldato”, di tutti i fronti. Per la carrellata sulle Avanguardie, abbiamo interpellato il critico e storico dell’arte Flaminio Gualdoni, insegnante all’Accademia di Brera. Mentre per il mini-ciclo dedicato agli artisti-soldato, ci affidiamo alle conoscenze specifiche della storica dell’arte Càrol Morganti e allo scrittore Dario Malini, Presidente dell’Associazione Artegrandeguerra.

Brani Brani in onda Una di queste notti - Paolo Conte Ore 18:26