(iStock)

La letteratura e la colpa

A cura di Marco Alloni

Blu come un'arancia
Da lunedì 12 a venerdì 16 settembre 2016 alle 18:20
Replica il giorno seguente alle 01:30

 

Il tema della colpa ha interessato la letteratura fin da tempi antichissimi. Nella storia del romanzo contemporaneo, in particolare, si è delineato lungo due assi fondamentali: quello che potremmo definire dostoevskiano – la colpa che va a cercare il proprio castigo – e quello che si potrebbe chiamare kafkiano – il castigo che va a cercare la propria colpa: naturalmente con riferimento a quei due capolavori che sono Delitto e castigo e Il processo. A partire da questa primeva diramazione molte opere si sono occupate della colpa. E nel Blu come un’arancia di questa settimana Marco Alloni ne darà una sintetica rappresentazione. Si partirà dallo straordinario romanzo di John Banville La spiegazione dei fatti, in cui la colpa è quella di compiere un delitto che sembra quasi irreprimibile e irresistibile, dunque innocente nella sua inevitabilità. Sarà poi il momento del senso di colpa avvertito dal pavido e schivo Pereira nel romanzo di Antonio Tabucchi Sostiene Pereira. Quindi ecco la colpa di una madre che abbandona il figlio nel racconto Se consideri le colpe di Andrea Bajani. Il senso di colpa del privilegiato protagonista di Il cacciatore di acquiloni di Khaled Husseini è il tema del quarto episodio. Infine si parlerà della colpa nella sua simbolicità, nel suo essere quasi un dato ontologico, ineluttabile, nel libro di Giorgio Pressburger La neve e la colpa. Un percorso per cogliere, della colpa, il senso reale e metafisico, nella vita di tutti noi.

Ora in onda Il corsivo In onda dalle 8:02
Brani Brani in onda Letter perfect - Al Jarreau Ore 8:13