Teatro Sociale di Bellinzona (Ti-Press)

“Piccola storia di un grande amore”

Regia di Franco di Leo e Ferruccio Cainero

COLPO DI SCENA
Da lunedì 09 a venerdì 13 ottobre 2017 alle 13:30

Originale radiofonico di Franco di Leo e Ferruccio Cainero
Regia degli autori
Con: Antonio Ballerio, Matteo Carassini, Margherita Coldesina, Marco Cortesi, Diego Gaffuri, Jasmine Mattei, Rosy Nervi, Simon Waldfogel, Tatiana Winteler, Max Zampetti
Presa del suono, editing e sonorizzazione: Thomas Chiesa
Produzione: Francesca Giorzi
(Produzione RSI 2017)

Centosettant’anni dall’inaugurazione (26 dicembre 1847) e venti dalla sua riapertura (17 ottobre 1997): dietro queste cifre e queste date si sviluppa la storia del Teatro Sociale di Bellinzona, l’unico teatro neoclassico all’italiana presente in Svizzera, integro nella sua struttura e splendido ancora oggi come il giorno della sua apertura dopo il grande restauro di vent’anni fa. Per celebrare questa doppia ricorrenza Rete Due propone lo sceneggiato “Piccola storia di un grande amore”, scritto e diretto da Ferruccio Cainero e Franco Di Leo.

Storia piccola forse, perché la vita del Teatro Sociale non è stata scandita da grandi eventi, ma amore grande sì, perché la sua nascita è stata fortemente voluta da un gruppo di cittadini quando Bellinzona era solo una comunità di circa 3'200 persone e la sua rinascita, dopo anni di chiusura e di abbandono, è stata possibile grazie all’impegno e alla tenacia di un altro gruppo di cittadini che si era mobilitato per impedire che il teatro venisse demolito.

Franco e Ferruccio, con lo stile ironico e leggero che li contraddistingue, sono andati alla ricerca di vicende significative per tratteggiare in cinque momenti la storia del Teatro Sociale, dal giorno della sua apertura (“L’inaugurazione”, primo episodio) agli eventi che precedettero lo scoppio della prima guerra mondiale (“Sarajevo”, secondo episodio), dalla vigilia della seconda guerra (“Il custode Gaggiani”, terzo episodio) a un buffo e incredibile avvenimento del primo dopoguerra (“La Traviata misteriosa”, quarto episodio), fino all’audace avventura che determinò l’avvio dei lavori di restauro (“Il teatro rinato”, quinto episodio).

Piccole storie anch’esse, incorniciate da un’ironica sigla di apertura e di chiusura, che ci avvolgono nell’atmosfera dei tempi passati per festeggiare il compleanno del Teatro Sociale di Bellinzona: un tributo al fascino di un edificio monumentale che meritava di essere conservato, perché una cosa bella è una gioia per tutti e per sempre.

Estratti dello sceneggiato verranno proposti all’interno dell’audioguida che gli stessi autori hanno realizzato, grazie ad una collaborazione tra il Teatro Sociale di Bellinzona e Rete Due, in occasione delle giornate di porte aperte del teatro che si terranno da venerdì 06 a domenica 08 ottobre 2017.

Un Guardiacaccia in arrivo...

Seguici con