Fëdor Michajlovic Dostoevskij in un ritratto di Wassili Perow (1872)
Fëdor Michajlovic Dostoevskij in un ritratto di Wassili Perow (1872)
null

La mite

Adattamento rediofonico in 7 puntate del Racconto di Fëdor Michailovic Dovstoevskij

Da lunedì 27 maggio a martedì 04 giugno 2019

adattamento radiofonico di Bruno del Re
lettura di Franco Graziosi con Anna Bonel e Stefania Graziosi
Regia Egidio Bertazzoni
(PROD RSI 2005)

 

Un'altra grande interpretazione attende gli ascoltatori di Rete Due: quella di Franco Graziosi ne “La Mite” di Dostojevskj. Attorniato dalla figlia Stefania Graziosi e Anna Bonel ci porterà attraverso l’accorato monologo polifonico in una storia scavata nel profondo dell’anima.

Immaginate un uomo, accanto al quale giace, stesa su di un tavolo, la moglie suicida che qualche ora prima si è gettata dalla finestra. L'uomo è sgomento e ancora non gli è riuscito di raccogliere i propri pensieri... Ecco, parla da solo, si raccontata vicenda, la chiarisce a sé stesso.” Così Dostoevskij presenta La mite, pubblicata nel 1876 all'interno del Diario di uno scrittore. Il racconto registra, in forma quasi stenografica, come sotto dettatura, le riflessioni contraddittorie di un uomo che prima si discolpa, quindi accusa, rivolgendosi ora a sé ora a un giudice immaginario. Con ritmo incalzante il protagonista si pone domande fasulle e si dà risposte evasive, mentre viene sempre più in luce il carattere tutt'altro che "mite" della giovane donna.

Registrato nel 2004 allo studio 4 della RSI, l’adattamento radiofonico in 7 puntate di Egidio Bertazzoni è plasmato e impreziosito dalla personalità interpretativa di Franco Graziosi, storico attore del Piccolo Teatro di Milano