(iStock)

Nikola Tesla - L'uomo che inventò tutto

Originale radiofonico di Guido Piccoli. Regia dell'autore

COLPO DI SCENA
Da lunedì 12 a venerdì 23 novembre 2018 ore 13:30

Con Massimiliano Zampetti (Tesla), Adele Pellegatta (Muriel), Lisa Mazzotti (Dorothy), Davide Garbolino (Kenneth), Paolo Sesana (Archie) e con Matteo Carassini, Marco Cortesi, Mirko d’Urso, Jasmin Mattei, Massimo Loreto,  Yor Milano, Silvano Piccardi, Giuseppe Palasciano,  Diego Pitruzzella, Rocco Schira.
Presa del suono editing e sonorizzazione: Thomas Chiesa
Produzione: Francesca Giorzi

 

È stato uno degli scienziati più geniali della storia: si devono a lui decine di scoperte, tra le quali quella della corrente alternata. Ha contribuito allo sviluppo di diversi settori delle scienze applicate, molti dei suoi primi studi si rivelarono anticipatori della moderna ingegneria elettrica e diverse sue invenzioni portarono ad importanti innovazioni tecnologiche. Eppure il serbo-statunitense Nikola Tesla, un uomo potenzialmente eversivo, rimane misconosciuto. Se fosse riuscito nel suo progetto principale (quasi un’ossessione) di dare a tutto il mondo l’elettricità gratuita, il “sistema” sarebbe probabilmente crollato. Da qui molti dubbi e fantasie sulla sua morte, avvenuta a 86 anni in una stanza di un albergo di New York. Ne “L’uomo che inventò tutto” s’immagina che quelle che furono le sue fedeli segretarie abbiano al riguardo opinioni diverse. Mentre una - Muriel Arbus s'impegna a redigere una sua biografia, l’altra Dorothy Skerritt chiede ad Archie Goodwin, l’assistente di Nero Wolfe, di indagare sull’eventualità che Tesla sia stato ucciso. Nello sceneggiato compaiono familiari e vari amici dello scienziato, come Mark Twain, insieme con imprenditori, giornalisti, storici e altri tecnici e scienziati che lo frequentarono, a cominciare dal suo eterno grande nemico Thomas Edison.

 

Serata evento: <data>land

Seguici con