Vinicio Salati (© RSI)

Vinicio Salati – un “ticinese irrequieto”

Venerdì 31 ottobre 2014 alle ore 20.30 all’Auditorio Stelio Molo  RSI di Lugano Besso

Vent'anni fa, il 28 ottobre 1994, la cultura della Svizzera italiana perdeva con Vinicio Salati una delle sue figure di maggior spicco: poeta, musicista, scrittore, giornalista, uomo di radio, socialista di vecchio stampo, profondamente luganese ma, come pochi, aperto al mondo e curioso di tutto. Come sottolinea Carlo Piccardi - «pagò per il suo spirito modesto, indipendente e anticonformista, soprattutto a livello locale, lo scotto del mancato riconoscimento del suo talento artistico».

Per ricordarlo è stata organizzata una serata commemorativa Vinicio Salati – un “ticinese irrequieto” in calendario venerdì 31 ottobre 2014 alle ore 20.30 all’Auditorio Stelio Molo  RSI di Lugano Besso.

Il programma dello spettacolo riflette pienamente l’eclettismo di Salati e comprende poesia, proiezioni, musica e canto.
Protagonisti dell’evento - curato e diretto da Zoe Markus Salati - saranno il violoncellista Rocco Filippini e suo figlio Cosimo (artista e fotografo), la soprano Laura Catrani e l’attore Claudio Moneta.

Multimediale proprio per evocare il carattere eclettico di questo «ticinese irrequieto», la serata prevede l’esecuzione, in prima mondiale, di Disoccupati, di Otmar Nussio e Vinicio Salati, e Bello pensare che ci sei, di Andreas Pflüger e Vinicio Salati.

Locandina Vinicio Salati – un “ticinese irrequieto”

 

Info: Per l’acquisto dei biglietti, in vendita ad un prezzo unico di 30.- CHF (posti non numerati), telefonare a 0793648839, oppure scrivere a seratasalati14@gmail.com .

 

Ogni centesimo conta

Seguici con