Ci vuole sempre prudenza (keystone)

La Via Alta: Il Nuovo Mattino

di Marco Pagani

Nel 1972, 50 anni fa, viene pubblicato sulla rivista del CAI, il Club Alpino Italiano, un lungo articolo di Gian Piero Motti dal titolo “I Falliti”. Gian Piero Motti è un brillante alpinista che sa di lettere e filosofia, conosce la storia e scrive da intellettuale, non da scalatore. In questo articolo che è anche un racconto autobiografico, Motti denuncia l’immobilismo del mondo alpinistico, la sua chiusura al vento riformatore e umanista del ’68, la sua autoreferenzialità che porta molti grandi alpinisti a considerarsi esseri umani superiori agli altri. Da queste riflessioni emerge una nuova idea di alpinismo, che prende corpo nei “ragazzi del Nuovo Mattino”: un gruppo di giovani amanti della montagna che scardina le regole e le tradizioni di questo mondo. A 50 anni dalla nascita di questo singolare fenomeno, che avrà importanti conseguenze sull’alpinismo dei decenni successivi, torniamo sul Nuovo Mattino con lo scrittore, giornalista e alpinista Enrico Camanni.

Ora in onda Notiziario In onda dalle 17:30
Brani Brani in onda Gare de Lyon - Dorsaf Hamdani Ore 17:27