Morto Hakim Bey, il visionario delle controculture

Nomade, anarchico, teorico del cyberpunk, filosofo, poeta: col suo libro più famoso "T.A.Z", pubblicato in Italia da Shake edizioni, ha ispirato moltissimi scrittori e artisti ed ha gettato le basi per la cultura "rave" in cui alcuni luoghi per giorni o settimane diventavano appunto, Zone Autonome. Suo anche "Le repubbliche dei pirati - Corsari mori e rinnegati europei nel Mediterraneo", che propone una rilettura dei fenomeni pirateschi nel Mediterraneo, come forme libertarie di resistenza sociale. Hakim Bey, vero nome Peter Lamborn Wilson, è morto la scorsa domenica. Raccontiamo il suo pensiero, la sua figura e la sua influenza con l’aiuto di Raf “Valvola” Scelsi, studioso di filosofia della comunicazione e curatore dell’edizione italiana di alcune delle opere di Bey.