Paula Modersohn-Becker, Paesaggio autunnale sulla collina Weyerberg, verso 1899, Museen Böttcherstrasse, Paula Modersohn-Becker Museum, Bremen
Paula Modersohn-Becker, Paesaggio autunnale sulla collina Weyerberg, verso 1899, Museen Böttcherstrasse, Paula Modersohn-Becker Museum, Bremen

Paula Modersohn Becker ad Ascona

di Emanuela Burgazzoli

GERONIMO Arte
Giovedì 28 maggio 2015 alle 11:35
Replica alle 23.33 e sabato alle 19.30

Un’antesignana dei linguaggi dell’arte moderna, che vive e opera a cavallo fra due secoli; una donna alla costante ricerca di una propria identità pittorica in una società declinata al maschile: il Museo d’arte moderna di Ascona ospita fino al 19 luglio una mostra – la prima monografica in Svizzera - dedicata a Paula Modersohn-Becker, esponente dell’Avanguardia nordica, scomparsa a soli 31 anni nel 1907.

Trentasei opere, fra dipinti e disegni, che raccontano la breve e intensa parabola di questa pittrice tedesca nata a Dresda e formatasi a Berlino, divisa fra la rassicurante natura di Worpswede e i soggiorni di studio a Parigi. Una città dove l’amica di Rainer Maria Rilke scoprirà fra gli altri Cézanne, Gaugin e Van Gogh; artisti da cui saprà trarre una lezione determinante per l’evoluzione della suo linguaggio pittorico. In Geronimo arte, a cura di Emanuela Burgazzoli.

 
Ora in onda Radiogiornale In onda dalle 7:30
Brani Brani in onda Tamp 'em up solid - Ry Cooder Ore 7:24