Raffaello Sanzio, Platone e Timeo nel particolare da "Scuola di Atene"
Geronimo

Filosofia greca e identità dell’Occidente

di Brigitte Schwarz

  • © Imago
  • 23.8.2022
  • 24 min
Disponibile su
Scarica
  • Scienze umane e sociali

®

Sono innumerevoli i pensatori, da Hegel a Nietzsche, da Heidegger a Popper, che nelle loro opere hanno considerato la Grecia terra di origine della filosofia e, ancora oggi, per caratterizzare l’identità dell’Occidente, si è soliti chiamare in causa oltre alla filosofia e alla democrazia greche, il diritto romano, il Cristianesimo, la Rivoluzione scientifica e così via. Una visione messa in dubbio dal filosofo Giuseppe Cambiano, già professore di Storia antica alla Scuola Normale Superiore di Pisa che nel suo ultimo libro “Filosofia greca e identità dell’Occidente. Le avventure di una tradizione”, pubblicato dalla casa editrice Il Mulino, dimostra come l’idea secondo cui il “logos” ellenico fosse un’esclusiva dell’Occidente sia in realtà una costruzione storica, “l’invenzione di una tradizione”. L’identità europea è infatti l’esito di una vicenda complessa, è una identità plurima e in continuo movimento, tutt’altro che monolitica e uniforme.

Prima emissione martedì 26 aprile 2022

Scopri la serie

Correlati

Ti potrebbe interessare