Leonardo Caffo
Leonardo Caffo (Courtesy sito web di Leonardo Caffo)

Leonardo Caffo e il postumano

di Michela Daghini

GERONIMO ®
Filosofia
Martedì 31 luglio 2018 alle 11:35

E se l’uomo fosse solamente all’inizio della sua evoluzione? È la tesi dell’ultimo saggio di Leonardo Caffo, "Fragile umanità", pubblicato da Einaudi. C’è, secondo il filosofo, una nuova specie umana nel futuro che già vive tra noi, fatta di individui con una sensibilità diversa e un diverso approccio al mondo in cui vive e agli altri esseri viventi, umani e animali. È il postumano contemporaneo, volto a riposizionare l'umanità in uno schema integrato nella Natura, verso un superamento dell'antropocentrismo e la costruzione di una nuova narrazione per il nostro futuro.

 

Lo abbiamo incontrato nel nuovo Caffè letterario che assieme ad alcuni amici il filosofo ha appena aperto nel cuore di Milano.

Leonardo Caffo insegna Ontologia del Progetto al Politecnico di Torino. Si occupa di filosofia morale e animal studies, oltre che di ontologia sociale e filosofia delle scienze cognitive. Ha fondato "Waiting Posthuman Studio", unità di ricerca tra filosofia, architettura e arte, dal 2017 insegna anche alla Naba (Nuova Accademia di Belle Arti) di Milano e alla Scuola Holden di Torino. Ha collaborato per numerose testate tra cui Rai Cultura, Lettera Internazionale e l’Huffington Post. Scrive sull’inserto culturale  "La lettura" del Corriere della Sera  ed è codirettore della rivista di studi animali "Animot: l’altra filosofia".

Per due segnalazioni bibliografiche, di Leonardo Caffo ricordiamo anche, per Einaudi, anche "La vita di ogni giorno. Cinque lezioni di filosofia per imparare a stare al mondo", un viaggio dentro la filosofia che risponde alle domande fondamentali di ognuno di noi, verso la felicità, e per Mimesis "Margini dell'umanità. Animalità e ontologia sociale", che tratta il rapporto tra la costruzione delle nostre società e la costruzione del concetto di "umanità" in opposizione, e dunque per negazione, a quello di "animalità". E per chiudere, il famoso saggio "Il maiale non fa la rivoluzione", discusso manifesto antispecista pensato anche per il lettore non specialista, per ragionare sulla questione animale in un orizzonte morale che non sia piegato dalla violenza - lo pubblica Sonda. Per Bompiani, insieme a Felice Cimatti, ha scritto "A come animale: voci per un bestiario dei sentimenti".

Prima emissione martedì 23 gennaio 2018

Ora in onda Radiogiornale In onda dalle 19:00
Brani Brani in onda Willow weep for me - Adam Scone Ore 18:54