Sacha Naspini, "Le case del malcontento", E/O editore (dettaglio copertina) (edizionieo.it)

Borgo selvaggio

di Mariarosa Mancuso

GERONIMO
Libri
Mercoledì 14 marzo 2018 alle 11:35
Replica alle 23:33

 

Case vicine vicine, così cariche di vecchi rancori che quasi fanno paura. Case cariche di storie vecchie e di storie nuove, raccontate in prima persona dalla voce della zitella, del medico, della prostituta, del nullafacente, di quel che una volta si chiamava lo scemo del villaggio (che però a volte vede cose che agli altri sfuggono). E di molti altri personaggi, mischiando dialetto e lingua letteraria: siamo dalle parti di Grosseto, la provincia da cui scappò Luciano Bianciardi per andarsene a Milano.

"Le case del malcontento" è il titolo dell’ultimo romanzo di Sacha Naspini, appena pubblicato dalla casa editrice E/O. Un tour de force narrativo, ambientato, leggiamo nel romanzo, in un “paese mostro che ingrassa a ogni respiro”. Franco Moretti aveva parlato di romanzi-mondo, intendendo le narrazioni generose che costruiscono il proprio universo. Questo lo possiamo considerare un romanzo-borgo. Ricco e libero dai demoni dell’autofiction.

I Mondiali alla RSI

Seguici con