Il presidio dell'esercito di Saladino durante l'Assedio di San Giovanni d'Acri (1189-1191).
Il presidio dell'esercito di Saladino durante l'Assedio di San Giovanni d'Acri (1189-1191). (Wikipedia)

Il feroce Saladino?

di Claudio Visentin

GERONIMO
Storia e memoria
Lunedì 17 dicembre 2018 alle 11:35
Replica alle 23:33
Replica domenica 23 dicembre 2018 alle 08:35

Saladino, sultano di Egitto e di Siria, vissuto nel XII secolo, è una figura di confine tra due mondi e due religioni. Per l’Islam è soprattutto un liberatore, capace di sconfiggere i crociati e riconquistare Gerusalemme. Ma anche in Occidente, già nel Medioevo, fu rispettato come un avversario cavalleresco e un saggio sovrano. Gli illuministi poi videro in lui l’incarnazione del proprio ideale di tolleranza religiosa.

La realtà storica è come sempre più complessa e sfumata. Insieme al medievista Franco Cardini, biografo di Saladino, e a Massimo Campanini, storico del mondo islamico, ricostruiremo la traiettoria di un uomo straordinario, capace di conquistare un regno con energia e tenacia, di misurarsi alla pari con i più grandi principi cristiani del suo tempo e di lasciare un segno profondo nella memoria delle generazioni future. 

Ora in onda Concerto della domenica In onda dalle 11:35
Brani Brani in onda What'cha Talkin - Count Basie And The Kansas City 7 Ore 12:34