(iStock)

Giardini del fantastico

Le meraviglie della botanica dal mito alla scienza in letteratura, cinema, fumetto, di Clara Caverzasio

IL GIARDINO DI ALBERT
Giovedì 1. febbraio 2018 alle 11:35
Replica alle 23:33
Replica sabato 03 febbraio 2018 alle 18:00

In replica giovedì 05 aprile 2018 alle 11:35
Replica alle 23:33
Replica sabato 07 aprile 2018 alle 18:00

Di vegetali straordinari e bizzarri, e spesso carichi di simbolismi, è piena la letteratura: dalla selva dei suicidi dell’Inferno dantesco al loto dell’Ulisse omerico; e, ovviamente, il cinema: dal “Giorno dei trifidi, l’invasione dei mostri verdi” a “Harry Potter”, dal “Signore degli anelli” ad “Avatar” con quell’ecosistema mozzafiato che è Pandora. Ma anche l’arte, dall’Arcimboldo alle piante futuriste, e i fumetti. Perché il mondo vegetale ha scatenato e continua a scatenare la fantasia di scrittori, registi, artisti e fumettisti, in ogni luogo e in ogni tempo; forse per la alienità delle piante così diverse da noi, ma anche e soprattutto per le loro capacità e strategie straordinarie, quelle sì reali e indispensabili alla vita sulla Terra. È quanto raccontano e illustrano, con dovizia di esempi e illustrazioni, un biologo, Pierluigi Gaspa e un filosofo della scienza, Giulio Giorello in "Giardini del fantastico. Le meraviglie della botanica dal mito alla scienza in letteratura, cinema, fumetto" (edizioni ETS), una sorta di enciclopedia personalissima delle piante fantastiche, sia di finzione che reali, che popolano da sempre il nostro mondo: insomma un lungo viaggio nella storia della botanica e del rapporto che la botanica ha con il fantastico.

Un tema rigoglioso che non poteva mancare nel “Giardino di Albert”, che ospiterà Pierluigi Gaspa.

I Mondiali alla RSI

Seguici con