(iStock)

La scienza in vetta

a cura di Clara Caverzasio

Il giardino di Albert
Sabato 07 novembre 2015 alle 18:00

Replica domenica 08 novembre alle 10:35

La scienza, ha detto qualcuno, è ciò che ha reso più popoloso il nostro mondo, perché ci permette di scoprire e di capire l’universo in cui viviamo e le tante sue meraviglie, dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, dalle cellule staminali alle galassie più lontane. Ma è anche ciò che può rendere più godibile, comprensibile e interessante l’ambiente in cui viviamo o che frequentiamo: i prati, i boschi, le montagne…. Lo dimostra La scienza in vetta, l’ultima pubblicazione di Jacopo Pasotti, geologo di formazione ma comunicatore scientifico di professione, (per National Geographic e Geo tra gli altri), il quale esplora a tuttotondo il mondo delle montagne con l’ausilio della scienza: da come nascono a come muoiono, dalla fisica del carving  alla chimica del veleno delle vipere, dai cristalli più grandi del mondo alle montagne invisibili, dalle strategie evolutive di piante e animali per resistere al freddo alle pulci dei ghiacciai e ai suggerimenti su cosa fare (e cosa assolutamente non fare) se si è esposti al gelo. Fenomeni naturali, miti da sfatare e curiosità scientifiche e non, che tutti noi abbiamo avuto. Nel Giardino di Albert di sabato 7 novembre sarà lo stesso Jacopo Pasotti a farci da guida in questo viaggio dall’alta quota a fondovalle, per capire come mai le montagne sono come sono.

 

Brani Brani in onda There will never be another you - Eliane Elias Ore 22:06