In viaggio con Olga

di Claudio Biffi

Un’etnologa tra le teche della RSI

A guidare il “Granaio della memoria” tra i documenti sonori conservati dall’archivio radiofonico è un unico nome. Quello di Olga Amman, etnologa, viaggiatrice e documentarista. Nel corso di una decina d’anni di collaborazioni con la RSI, Olga Amman ha proposto agli ascoltatori svizzero italiani racconti di viaggio composti e prodotti attraverso lo sguardo dell’etnologia. Un sguardo rivolto quindi alle caratteristiche sociali e culturali di popoli e raggruppamenti umani; uno sguardo rivolto soprattutto verso le cosiddette “società primitive”. Munita di registratore e magnetofono Olga Amman ha così raccolto e fissato sui nastri le voci e le testimonianze di eschimesi, lama himalayani, indios dell’amazzonia… anche se il suo microfono non ha disdegnato di applicare metodi e principi dell’etnologia anche alle società “civilizzate” e “moderne”.