(unsplash.com)

Dentro il metaverso: domande etiche e teologiche

con Ilenya Goss

Il volto di Dio, che si manifesta nell’attesa della nascita di Cristo, è condivisione. La fede non è soltanto un fatto privato, ma una relazione che si gioca con le altre persone. Elisabetta Tisi, parroca della Chiesa cattolica cristiana del Ticino, commenta un versetto biblico dell’evangelo di Giovanni. “Chi vede me – dice Gesù – vede colui che mi ha mandato”.

Quando ci si accosta alle nuove tecnologie, come l’intelligenza artificiale o il metaverso, sorgono molte domande di carattere etico e anche teologico. Macchine sempre più intelligenti, potranno sostituire la capacità di scelta, che è propria dell’essere umano? Con il metaverso, la tecnologia ci consegna un “luogo” in cui gli utenti possono vivere e interagire in un ambiente a tre dimensioni, attraverso il proprio “avatar”. Un mondo nuovo, che incuriosisce e forse lascia confusi. Ne parliamo con la pastora valdese Ilenya Goss, che oltre ad essere teologa e filosofa, è medico e si occupa di questioni etiche poste dalla scienza.

Agenda appuntamenti e segnalazioni.

Brani Brani in onda 5 Petits duos, per flauto, violino e pianoforte, op. 56 (1897) - 5 Stucke fur F - Trio Annika Rast-Moira Cauzzo-Leonardo Crespi / Annika Rast; SOL / Moira Petra Cauzzo; SOL / Leonardo Crespi; SOL Ore 13:31