I grandi del tango argentino

El Pibe de la Paternal, di Olivier Bosia

Anche in questa stagione continua la nostra piccola serie di ritratti di grandi figure del tango argentino: musicisti che hanno segnato la storia di questo genere diventato ormai un fenomeno culturale globale, che affascina milioni di persone in tutto il mondo e che in questi ultimi anni ha avuto una rinascita importante.

Dopo Francisco Canaro, Carlos Gardel, Julio De Caro, Aníbal Troilo, è la volta oggi di Osvaldo Fresedo, detto El Pibe de la Paternal, uno dei grandi virtuosi del bandoneón prima di Pichuco e Piazzolla, ma anche un compositore e direttore d’orchestra che ha lasciato il segno nel mondo tanguero, con il suo stile caratterizzato da sobrietà ed eleganza, che segnerà il rinnovamento del genere a partire dagli anni Venti con l’avvento della cosiddetta Guardia Nueva.