Alessandro Cerino (© Fabiana Toppia Nervi)

Alessandro Cerino: la musica nel film di fantascienza

di Claudio Farinone

La Musica è strettamente connessa all’immaginario visivo che il cinema stesso esprime. In questa puntata di “Juke Box 900”, assieme al geniale compositore e polistrumentista Alessandro Cerino, ci addentreremo nel rapporto fra musica e cinema di fantascienza. Nei primi grandi classici degli anni Cinquanta, sembra quasi che il compositore volesse dare l'idea che la musica fosse stata composta da un extraterrestre, come testimonia l'uso di questo strano strumento del quale parleremo, il theremin. Dopo la scelta musicale di 2001 Odissea nello spazio, il film che fa da spartiacque per il futuro e il passato di questo genere, vedremo che alla colonna sonora è affidato non più il compito di darci questa sensazione extraterrestre, ma di una epicità misteriosa dovuta anche al cambio di tematiche. La fantascienza non è più soltanto l'invasione dei dischi volanti o ultracorpi che cercano di replicare la vita come la intendiamo, ma diventa anche viaggio interiore, psicologia futuribile, realtà parallela o alternativa. Ne consegue che anche la musica a volte descrive la sconfinatezza degli spazi di Star Wars, ma altre volte quel disagio interiore per futuri tetri alla Blade Runner. Questo ed altro ancora nelle ormai caratteristiche analisi cine-musicali raccontate dall’estroso musicista napoletano, che ci porterà in punta di... note attraverso suoni e mondi surreali.

Ora in onda Radiogiornale In onda dalle 7:30
Brani Brani in onda Hotsy-Totsy - Heinz Kiessling Ore 7:26