Classico per tutte le stagioni

di Monica Bonetti

Non esiste un solo mondo classico: ogni epoca ha il suo e ciascuna età lo ha riscoperto e reinterpretato a suo modo. Ma certamente molto di ciò che nella nostra cultura percepiamo come classico è il frutto della reinterpretazione che ne è stata data tra Sette e Ottocento.

La mostra attualmente in corso al m.a.x museo di Chiasso, La reinterpretazione del classico: dal rilievo alla veduta romantica nella grafica storica, propone una riflessione sulla reinterpretazione dei modelli classici che a partire dalla seconda metà del Settecento abbondano nell’illustrazione e nella documentazione di viaggio del Grand Tour, un appuntamento imprescindibile per la classe colta del nord che affinava la sua cultura letteraria e artistica visitando i luoghi della Classicità greco romana.

Modelli che hanno influenzato fortemente la nostra concezione e che sono tutt’ora parte integrante della nostra visione della cultura classica.

Ne parliamo in diretta dal m.a.x museo a “Voci Dipinte” insieme alla direttrice del museo Nicoletta Ossanna Cavadini e a Paolo Giulierini direttore del MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli che ha collaborato all’allestimento.