hip hop jazz
Voi che sapete...

Jazz e Hip Hop: simbiosi o convivenza forzata?

Il non sempre felice connubio tra Jazz e Hip Hop raccontato da Walter Muto e Umberto Petrin

  • Keystone
  • 27.11.2023
  • 30 min
Disponibile su
Scarica
  • Musica
Di: Lorenzo De Finti e Giovanni Conti

Il connubio tra jazz e hip-hop è nativo e originale e sembra essere un tratto distintivo dello sviluppo dell’anima più culturalmente “africana” del jazz americano.

I fraseggi, le sonorità e i pattern distintivi del jazz hanno da sempre arricchito e amplificato hit dell’hip-hop, fin dai primi vagiti di questo genere:

Ciò nonostante, la riflessione sul connubio tra jazz e hip-hop si è progressivamente complicata nel corso degli anni.

Artisti come Robert Glasper (nella foto), Christian Scott, Karriem Riggins e altri ancora hanno trasformato la fusione di questi due filoni espressivi in una vera e propria bandiera, sviluppandola fino a conferire al loro sound un’identità originale e creativa.

Grazie alla visione di questi musicisti, oggi possiamo riconoscere due generi ben definiti nel sempre prospero rapporto tra queste due realtà: da una parte, l’hip-hop che si limita a campionare il jazz; dall’altra, l’hip-hop che il jazz desidera farlo proprio tratto distintivo

Ma quando ha avuto inizio questa connessione? Fino a che punto jazz e hip hop sono “cugini” di primo grado e grazie a cosa?

Lorenzo De Finti e Giovanni Conti ne parlano con Walter Muto, musicista, giornalista musicale e blogger, e Umberto Petrin, pianista, compositore e didatta, attivo nel panorama jazzisitco internazionale.

Scopri la serie