La Via Lattea 17. Fauré torna a Lugano

Sabato 18 settembre e domenica 19 settembre all’Auditorio Stelio Molo RSI, Parte Seconda

Terzo movimento, Gran Gala Fauré
Tre appuntamenti all’Auditorio Stelio Molo RSI con Rete Due

Fra i maggiori compositori francesi attivi fra Otto e Novecento e figura che giocò un ruolo cruciale nella transizione dal Romanticismo alla Modernità, Gabriel Fauré è protagonista dell’edizione 2021 de La Via Lattea. Un’occasione per riscoprire le sue composizioni dell’ultimo periodo - meno note al pubblico e caratterizzate da uno stile personalissimo che non ha equivalenti fra i suoi contemporanei - e per scoprire il suo legame con Lugano, dove ebbe occasione di soggiornare per cinque estati dal 1909 al 1913 e dove compose gran parte della sua unica opera lirica, Pénélope, e altri capolavori come il ciclo di mélodies La Chanson d’Ève, alcuni Préludes e la decima Barcarolle per pianoforte. Dalla sua camera all’Hotel Métropole, Fauré scriveva quasi quotidianamente alla moglie per informarla sull’avanzamento del lavoro e sul suo soggiorno luganese. Partendo da queste lettere, La Via Lattea 17 entra nella vita creativa del compositore e nel cuore della città di Lugano, anch’essa protagonista di questa diciassettesima edizione, e lo fa anche in compagnia di due compositori del nostro tempo, Gérard Pesson e Johannes Schöllhorn, che con la musica di Fauré hanno instaurato un dialogo fertile e innovativo.

 

Sabato 18 settembre e domenica 19 settembre all’Auditorio Stelio Molo RSI si svolgeranno alcune tappe, aperte al pubblico, di questo itinerario luganese dedicato a Fauré.

Sabato 18 settembre 2021

Conferenza, 18:00
su Pénélope, dramma lirico in tre atti di G. Fauré,
a cura del musicologo Nicolas Southon (in francese)

 

Concerto sinfonico, 20:30 in diretta su RSI Rete Due
Orchestra della svizzera italiana
Johannes Schöllhorn, direzione
Solista Anna D’Errico, pianoforte
Gabriel Fauré, Prélude dal dramma lirico per orchestra Pénélope
Gabriel Fauré, Nocturne n.12 in mi minore per pianoforte
Johannes Schöllhorn, Clouds and sky per pianoforte e orchestra

Pénélope & Pénélope. Il film muto Le retour d’Ulysse di André Calmettes e Charles Le Bargy e il Prélude del dramma lirico Pénélope di Gabriel Fauré

 

Domenica 19 settembre 2021
Concerto cameristico e Incontro con Gérard Pesson e Johannes Schöllhorn, 14:00 (registrazione RSI Rete Due)
Vincent Bouchot, baritono
Sylvain Lemêtre, vibrafono
Denis Chouillet, pianoforte*
Caroline Cren, pianoforte**
L’Instant Donné
Gérard Pesson, Trois faux Fauré per baritono, vibrafono e pianoforte*
Gabriel FauréPrélude n. 2 e n. 6 per pianoforte**
Johannes Schöllhorn, Sérigraphie: Prélude 1Sérigraphie: Prélude 2 da Sérigraphies. Cinque pezzi per sei strumenti da Fauré

 

Concerto cameristico, 19:30 (registrazione RSI Rete Due)
Marion Tassou, mezzosoprano
L’Instant Donné
Gabriel Fauré, Le Voile du Bonheur. Musiche di scena per la pièce omonima di Georges Clemenceau, per otto strumenti
Gérard Pesson, Fauré à Lugano per mezzosoprano e otto strumenti, prima esecuzione

 

Maggiori informazioni: www.teatrodeltempo.ch

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Marion (From Psycho) - Michael Wollny Ore 1:56