Carlo Emilio Gadda

Gli orecchini dell'ingegnere

 

Nella serata dedicata all'ultimo Carlo della serie, viene ripercorsa la Milano disegnata da Gadda nei suoi racconti: un teatro delle nevrosi, di cui, per la prima volta, alcuni testi inediti ci forniscono una chiave di lettura moderna e destabilizzante. Ne emerge una psicopatologia degli oggetti quotidiani: orecchini e canapè, manici di borsette e fruste ottomane, in sostanza idoli totemici di quel mondo borghese, attaccato con gli strumenti della satira più virulenta e della parodia grottesca, ma che Gadda non avrebbe mai cessato di rimpiangere. Un mondo in cui si sono rispecchiati, come nel buio fondo della loro identità, tutti i lettori della simultanante prosa dell'ingegnere.

 

CARLO EMILIO GADDA (Milano 1893 – Roma 1973) è ritenuto ormai unanimemente il maggiore prosatore del Novecento italiano. Interventista per patriottismo, ingegnere di professione, scrittore per vocazione, ha rinnovato la letteratura accogliendo nella prosa la lingua dei pratici, le parole dei poeti e tutti i dialetti della penisola. Con uno stile deformato e deformante, fedele specchio di un mondo Barocco, ha consegnato ai suoi sempre più numerosi lettori, romanzi psicologici senza trama, gialli senza colpevole e una straordinaria serie di racconti, molti dei quali dedicati alla propria città: Milano/Pastrufazio, rappresentata con satira feroce e smisurato affetto.

 

PAOLA ITALIA insegna Letteratura italiana all'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Si è occupata di vari autori e tematiche dell'Ottocento (Leopardi e Manzoni) e del Novecento (Gadda, Manganelli, Savinio, Bassani, Tobino), con una particolare attenzione allo studio e all'edizione dei manoscritti d'autore (Che cos'è la filologia d'autore, scritto con Giulia Raboni, Carocci, 2010). A Gadda ha dedicato vari studi sulle carte, gli archivi, l'opera. Con Giorgio Pinotti e Claudio Vela segue la nuova edizione delle Opere per Adelphi e sta preparando una nuova edizione, metodologicamente innovativa, della prima redazione (1944-1946) di Eros e Priapo.

 

 

Documenti radiofonici dalle Teche RSI

«"I vertici espressivi" di Carlo Emilio Gadda» è il titolo che Giorgio Orelli volle dare alla sua lettura di Carlo Emilio Gadda per la trasmissione di Rete Due intitolata «Letture al caminetto». Andata in onda il 12 novembre 1995, è una lezione rigorosamente incentrata sulla concretezza del «dato testuale», ma nello stesso tempo è la testimonianza di una lettura che sugge con passione il succo espressivo della scrittura gaddiana. Una festa del testo.

 

Ancora una puntata delle «Letture al caminetto» di Rete Due dedicata a Carlo Emilio Gadda. Sua lettrice e commentatrice è la scrittrice Marta Morazzoni. Al centro del suo commento sono alcune pagine de «L’Adalgisa». La trasmissione andò in onda il 21 maggio 2000.

 

Andò, invece,  in onda il 7 marzo 2007 una puntata della trasmissione di Rete Due «Laser» dedicata a Carlo Emilio Gadda. Intitolata «Il Pasticciaccio 50 anni dopo», ne fu autore Franco Brevini.  Al microfono di Brevini è Giorgio Pinotti, che ha curato l'edizione di numerosi testi gaddiani. Pinotti è membro del comitato scientifico delle riviste «I quaderni dell'Ingegnere. Testi e studi gaddiani» e «The Edinburgh Journal of Gadda Studies».

 

Un altro documento di grande interesse che pubblichiamo in questa pagina web è un’intervista di Mariarosa Mancuso ad Alberto Arbasino. È parte di una più lunga intervista, nella quale Alberto Arbasino parla sulla sua vita, della sua opera e dei suoi ricordi. In questo capitolo  dell’intervista – che andò in onda il 7 luglio 2010 - Arbasino parla, tra l’altro, dei dialetti italiani e del libro «L'ingegnere in blu», in cui analizza la scrittura di Gadda.

 

L’ultimo documento radiofonico dedicato a Carlo Emilio Gadda che abbiamo trovato nelle Teche RSI è parte della serie intitolata «Classici italiani», frutto della collaborazione tra Rete Due e l’Istituto di studi italiani (ISI)  diretto da Carlo Ossola. In questa pagina, abbiamo messo assieme le due lezioni dedicate a Gadda, che andarono in onda l’11 e il 12 agosto 2009 – diventando poi una sorta di «Long seller» nel Podcast di Rete Due, tanto apprezzate sono state queste lezioni dal vasto pubblico online. Nella prima parte della lezione, Corrado Bologna ricostruisce l'esperienza letteraria di Carlo Emilio Gadda; nella seconda parte Gian Luigi Beccaria analizza l'importanza e la novità dell'operazione linguistica e narrativa di Gadda.

Attualità Culturale 22.11.15 "Studio su" Quer pasticciaccio brutto…"interviste con gli sudiosi a Besilea"

 
Ora in onda Attualità culturale In onda dalle 18:00
Brani Brani in onda Palafitta - Iacampo Ore 17:56