E se la vita fosse una partita a scacchi?

Con Nicola Colotti

lunedì 15/04/19 11:05
E se la vita fosse una partita a scacchi, Millevoci 15.04.2019

Un gioco, uno sport, una disciplina forse persino un’arte, gli scacchi sono tutto questo e molto altro, soprattutto una passione. Passione che ha contagiato sin da ragazzo il neoeletto Consigliere di Stato ticinese Raffaele De Rosa.

I giornali ticinesi hanno messo in risalto, tra vari aspetti caratteriali vincenti del nuovo responsabile del DSS, l’attitudine dimostrata sin da ragazzo proprio agli scacchi che hanno nella strategia di gioco, nell’inventiva e nella capacità di prevedere le mosse dell’avversario caratteristiche salienti che vanno oltre la scacchiera. E così ci si chiesti se le doti di scacchista siano state d’aiuto, se non addirittura determinanti per il successo elettorale e se potranno essere d’ispirazione per l’azione di governo di De Rosa.

Al di là delle speculazioni forse più aneddotiche che politologiche ci è sembrato interessante approfondire il tema della passione degli scacchi visti anche (ma non soltanto) come disciplina mentale che aiuta ad avere una visione ordinata e strategica in altri ambiti della vita. Senza dimenticare l’alone di mistero e di mistica storica legata a grandi scacchisti del passato più o meno recente.

Non sarà certo una… partita a scacchi la nostra trasmissione ma una conversazione con appassionati del “gioco dei re” per rispondere a una domanda provocatoria quanto intrigante: e se la vita fosse una lunga partita a scacchi?

Ospiti:
Chino Sonzogni
, scacchista, responsabile de “La Gioventù dibatte”
Jacky Marti, scacchista, già direttore della Radio della RSI
Alex Kalatchoff, scacchista, giornalista e già conduttore radiofonico
Al telefono: Raffaele De Rosa, Consigliere di Stato del Canton Ticino.

Haute Route, avventura sulle Alpi

Seguici con
Altre puntate