(Keystone)

Sessione delle donne 2021

Con Isabella Visetti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Il 29 e il 30 ottobre si terrà a Berna, nella sala del Consiglio nazionale, la Sessione delle donne 2021, alla quale partecipano 246 delegate da tutta la Svizzera, fra cui dieci ticinesi e dodici grigionesi. Donne di diverse generazioni, con esperienze, professioni, lingue e culture differenti discuteranno e formuleranno proposte per far avanzare la parità nel nostro paese. Si sono già riunite a fine agosto e hanno già lavorato in otto commissioni che riguardano la parità professionale e previdenziale, la trasformazione digitale, il riconoscimento e valorizzazione del lavoro di cura, l’agricoltura, la scienza, gli affari giuridici e la protezione contro la violenza, la salute sessuale e la medicina di genere, il diritto di voto dei residenti non cittadini svizzeri.

Organizzata da diverse associazioni impegnate per le pari opportunità, fra queste Alliance F e la Commissione federale per le questioni femminili, è la seconda Sessione delle donne che si tiene in Svizzera, la prima si svolse il 7 e 8 febbraio del 1991, e fu anche un modo per festeggiare i 20 anni dall’ottenimento del diritto di voto, i dieci anni dell’articolo costituzionale sulla parità e “forse un pochino il 700esimo della Confederazione” come si legge ironicamente in un articolo dell’epoca.

Anche nel 2021 ricorrono importanti anniversari, ma la seconda edizione della Sessione delle donne non è un evento solo festivo: l’obiettivo è quello di elaborare un catalogo di proposte per concretizzare la parità di fatto, fra cui diverse modifiche legislative, da consegnare al Parlamento federale affinché siano realizzate.

Sulle aspettative, sugli obiettivi e anche sui limiti della Sessione delle donne 2021 discutono a Millevoci:
Véronique Arlettaz
, docente di francese al Liceo Lugano 2 e membra della Commissione federale per le questioni femminili
Paola Giovanoli, docente, municipale a Malans (GR) e delegata alla Sessione delle donne 2021
Marina Carobbio, consigliera agli Stati e presidente della Sessione delle donne 2021
Isabelle Moret, consigliera nazionale e presidente della Sessione delle donne 2021

Commissione federale per le questioni femminili CFQF