(iStock)

Avventurieri anche in poltrona

a cura di Elizabeth Camozzi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 
 

Il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina. (Sant’Agostino)

Una frase celebrativa non solo del viaggio come scoperta del paesaggio, ma soprattutto come scoperta dell’Altro, perché è proprio nell’incontro che si conoscono, dapprima le differenze, per poi ritrovare anche i punti in comune tra noi e gli altri, tra i nostri usi e costumi e quelli con cui cresce chi vive in altre parti del Globo terrestre.

Un incontro fisico che, al tempo del nuovo Coronavirus, non ci è concesso sperimentare; tuttavia niente impedisce di imbarcarsi alla volta di grandi viaggi, grazie alle parole di coloro che li hanno compiuti prima di noi.

Una seconda edizione, dunque, legata ai grandi classici della letteratura di viaggio, per ispirarci, per riflettere, per ripercorrere la storia e le storie e, infine, per evadere, fosse anche per poco, da questa nuova quotidianità in cui ci viene chiesto di restare a casa.

I nostri consigli:

1. Le porte dell'Arabia - Freya Stark

2. Sabbie arabe - Wilfred Thesiger

3. I segreti del Mar Rosso - Henry de Monfreid

4. Viaggio a Timbuctu - René Caillié