La 30enne
La 30enne (RSI)

Una corsa in Capriasca con Elena Roos

L'orientista ticinese si racconta tra passato e futuro alla Domenica Sportiva

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo oltre un anno e mezzo di attesa a causa delle restrizioni legate alla pandemia, anche la corsa d'orientamento riprende a livello agonistico. Ne è ovviamente felicissima Elena Roos, che percorrendo il tracciato di una corsa a Origlio ha raccontato a Debora Carpani le sue sensazioni ed emozioni. "A metà maggio abbiamo gli Europei in Svizzera, a Neuchâtel, e sarà la prima gara internazionale dopo un anno e mezzo. L'ultima era stata in Cina nell'ottobre del 2019 e non vedo l'ora di poter essere di nuovo alla partenza".

Gli ultimi mesi non sono stati facili neanche per me. Io sono una persona molto socievole e mi è mancato molto il contatto con le persone Elena Roos

Con la mente si torna poi agli Europei del 2018: "Sono stati sicuramente l'evento più significativo della mia carriera. Correre un Campionato Europeo in casa, nel mio Ticino, è stata un'esperienza davvero unica. Sono delle emozioni uniche che mi rimarranno per sempre". Emozioni che non mancheranno certamente anche nel 2023: "I Mondiali saranno a Flims-Laax, nel canton Grigioni, e un Mondiale in casa, in Svizzera, non l'ho ancora vissuto. È sicuramente ancora un grande obiettivo per la mia carriera, per cui sono molto motivata a lavorare ed allenarmi duramente".

 
Condividi