L'addio di Lea Sprunger
L'addio di Lea Sprunger (rsi.ch)

"Volevo fare bene anche l'ultima gara"

Lea Sprunger chiude la sua carriera con un secondo posto a Bellinzona

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un Galà dei Castelli che ha regalato molte emozioni quello di ieri sera a Bellinzona. Oltre al fatto che si sono sfidati campioni da tutto il mondo, Lea Sprunger ha deciso di chiudere la sua brillante carriera proprio nella capitale ticinese. "Ogni competizione a cui ho partecipato dopo Tokyo avrebbe potuto essere l'ultima - spiega l'atleta rossocrociata - ma ho deciso di finire la mia carriera qui in Ticino, e non avrò ripensamenti".

La 31enne, che in carriera vanta un bronzo e due ori Europei (dei quali uno indoor), ha terminato la sua ultima gara sui 400m ostacoli con un buon secondo posto (54"53)."Sono una professionista - continua la vodese - per me era importante concludere la carriera con un buon risultato e stasera ho fatto uno dei migliori tempi della stagione". 

Il Ticino per me rappresenta Ajla e lei ha avuto un ruolo molto importante nella mia carriera Lea Sprunger

"Lea ha fatto una gran gara - commenta la ticinese, terza sui 100m - penso che il Comunale l'abbia accompagnata bene verso la fine della sua carriera. Queste sono giornate speciali che di sicuro non dimenticherò, siamo fortunati di poter organizzare eventi del genere in Ticino e dunque per me è importante esserci".

 
Condividi