Il presidente della Spinelli Massagno
Il presidente della Spinelli Massagno (Ti-Press)

"Obiettivi mancati, è un piccolo fallimento"

Tutta la delusione di Fabio Regazzi dopo l'eliminazione della SAM in semifinale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"C'è grande delusione. Eravamo arrivati a questo ultimo obiettivo stagionale molto carichi, però alla prima gara persa in casa ci siamo smarriti e non abbiamo più ritrovato il filo del discorso". Con queste amare parole Fabio Regazzi ha commentato l'eliminazione della Spinelli Massagno nelle semifinali dei playoff di SBL per mano dell'Union Neuchâtel. "Ci eravamo posti un obiettivo piuttosto ambizioso, ovvero vincere una delle tre competizioni - ha proseguito il presidente - È chiaro che se non si raggiungono gli obiettivi, è giusto anche parlare di piccolo fallimento".

A tempo debito faremo le nostre valutazioni per il futuro

"Dopo una stagione dove non si sono raggiunti gli obiettivi la posizione di tutti deve essere messa in discussione, anche quella dell'allenatore - ha poi concluso il numero uno della SAM - Però non è mai una cosa buona fare questi ragionamenti a caldo quando il dolore della sconfitta è ancora forte".

Piccolo giallo nell'ultima partita

Nell'ultima partita della serie il Neuchâtel si è ritrovato per 12" con quattro stranieri contemporaneamente in campo. Nessuno se n'è accorto, né Massagno, né i giudici al tavolo, quindi da regolamento non può esserci nessuna sanzione retroattiva e nessun ricorso. Nel caso in cui qualcuno avesse visto la scena, la sanzione sarebbe stata fallo tecnico alla panchina con tiro libero.

 
Condividi