Una pennichella indiscreta
Una pennichella indiscreta (rsi.ch)

Cabine letto, l’ultima curiosità di Pechino

Loculi piazzati nelle catacombe del centro stampa per un veloce riposino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato a Pechino Federico Fiorito

Alle Olimpiadi le giornate degli addetti ai lavori possono essere molto lunghe. Chi segue da vicino le competizioni può iniziare presto al mattino con le qualificazioni dello skicross o le ricognizioni sulle piste da sci, per chiudere la giornata con l’ultima partita di hockey. Anche in città, benché tutto si svolga in palazzetti al chiuso, il trantran parte di buon’ora con i primi match degli eterni tornei di curling o con qualche gara di pattinaggio. Se si calcola poi che per raggiungere le sedi di gara dal proprio albergo si impiegano tra i 45 e i 90 minuti - e altrettanti per il ritorno notturno - ecco che il tempo dedicato al riposo può farsi molto ridotto.

Ma a Pechino abbiamo scoperto che una soluzione c’è per ovviare a questo problema. Nascoste - neanche tanto - nel piano interrato del gigantesco centro stampa ci sono infatti delle cabine letto che chiunque può utilizzare all’occorrenza. Piazzate sotto una rampa di scale mobili e nel corridoio disseminato di armadietti ad uso dei fotografi, si presentano come dei loculi di due metri quadrati, poco più alti di una persona e contenenti un piccolo letto: per entrarci basta scansionare il codice QR, decidere la durata del pisolino e, mi raccomando, spegnere la luce altrimenti dall’esterno tutti ti vedono attraverso la poco discreta porta a vetri.

Con il passare dei giorni e con l’aumentare delle fatiche olimpiche abbiamo notato che la frequentazione di queste catacombe della modernità è notevolmente aumentata. E potrebbe essere una buona soluzione anche per farsi trovare all’alba, due piani più sopra, davanti allo shop prima che inizi la consueta coda chilometrica di altre persone, anch’esse esauste, appisolate nell’attesa che si alzi la saracinesca. Anche questo, si direbbe, fa parte delle fatiche olimpiche.

Condividi