Preoccupato
Preoccupato (Keystone)

"È impossibile dire quanto fa male"

Lüthi ha esposto le sue considerazioni in merito alla retrocessione e al futuro del Thun

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A dispetto di quanto affermato nei libri, le favole non sono mai infinite. A confermarlo è proprio il Thun di Marc Schneider, che ha perso la massima categoria per mano del Vaduz dopo un decennio costellato di salvezze miracolose ma anche di campionati d'avanguardia e addirittura di una finale di Coppa Svizzera. "Fa male, è quasi impossibile descrivere quanto fa male questa retrocessione - ha affermato a caldo il presidente Markus Lüthi - Dopo un pessimo girone d'andata volevamo dimostrare ancora una volta che i problemi si risolvono con la fiducia nelle persone, ma stavolta abbiamo fallito a pochi centimetri dal traguardo".

Ora valuteremo la situazione con calma, non comunicheremo nulla fino alla prossima settimana Markus Lüthi

Una sconfitta che non preoccupa solo sul piano sportivo, ma anche e soprattutto su quello economico. Come paventato da tempo dai dirigenti del club, con la retrocessione in Challenge League sarebbe infatti a rischio la sopravvivenza stessa della società: "Nei prossimi giorni valuteremo con calma quella che è  la nostra situazione - continua il numero uno biancorosso - e rilasceremo una dichiarazione solo al termine della prossima settimana, quando avremo una risposta su quale sarà il futuro del club".

Condividi