CALCIO - LE PAGELLE

Cimignani si traveste da Amoura

Le pagelle: buon esordio di Marques, ancora in ombra Aliseda

  • 27 September 2023, 20:47
  • 28 September 2023, 06:44
  • SPORT
Cimignani

Il francese grande protagonista

  • Keystone
Di:Omar Gargantini

Saipi 3: clamoroso l’errore di valutazione sul rilancio che porta al pareggio del Losanna. Imperdonabile leggerezza. Per il resto solo lavoro di routine.

Espinoza 3,5: abbastanza in difficoltà, sia nel gesto tecnico che nella copertura della propria corsia di competenza. Sembra piuttosto ingolfato, difatti non spinge quasi mai.

Mai 4: ci mette un buon quarto d’ora a prendere le misure di Labeau, pasticciando parecchio. Poi però torna su livelli più che accettabili, anche se si vede soprattutto in copertura. Esce per stanchezza.

Hajrizi 4: molto giudizioso, quasi mai in affanno, piuttosto pulito insomma al rientro dopo il colpo alla testa rimediato in Conference.

Marques 5: la nota lieta della serata. All’esordio da titolare in campionato il 19enne portoghese fa il suo con personalità e profitto, sfruttando bene la chance che gli è stata concessa. Addirittura alla distanza prova anche qualche affondo.

Macek 4,5: col passare dei tempi diventa il play principale della manovra bianconera. Ha soprattutto il merito della giocata che porta al gol di Celar, ma anche la capacità di giocare sempre con lucidità, pur calando comprensibilmente un po’ alla distanza.

Sabbatini 3,5: nel 4-2-3-1 evidentemente Croci-Torti gli chiede di tenere la posizione e difatti il meglio lo dà davanti alla difesa. Si vede poco in fase di impostazione, anche perché non è sempre preciso nelle giocate.

Steffen 3,5: una bella intuizione al 13’ poi poco altro. Troppi errori anche “semplici” per un giocatore del suo calibro. È pure piuttosto nervoso, segno che è il primo a sapere che non sta rendendo come ci si aspetta.

Bottani 4,5: molto vivo e vivace, soprattutto molto mobile a svariare su tutto il fronte dell’attacco. È l’unico che sa strappare in una partita davvero modesta. Generosissimo.

Aliseda 3: spento, impalpabile e invisibile. Non riesce mai a partire in velocità nonostante qualche palla sia anche arrivata.

Celar 4,5: la giocata tra i due centrali è il leit-motiv dell’approccio bianconero: e dopo che i primi due palloni era solo riuscito a toccarli, il terzo, di testa e con perfetta scelta di tempo, lo spedisce alle spalle di Letica. Ci prova ancora un paio di volte nella ripresa. In crescendo.

Hajdari 4: entra in una fase complicata e conferma di non essere al meglio della forma, anche se di disastri per fortuna non ne combina.

Cimignani 5,5: entra e fa l’Amoura, nel senso che spacca la partita. Subito in palla, crea due pericoli, fa una figuraccia sul primo tentativo di sinistro a giro, ma al secondo la mette e fa esplodere Cornaredo.

Bislimi 5: molto bene anche il nazionale. Per personalità e presenza. Suo l’assist per Cimignani, prende in mano la squadra nel finale.

Grgic 4,5: decisamente più tonico rispetto alle ultime uscite, forse in una mediana a due si trova più a suo agio.

Belhadj: NG.

Croci-Torti 4,5: rischia Marques e la scelta paga, ma fatica a far ritrovare brillantezza alla sua squadra. Bravo però a fare tre cambi all’ora di gioco che la rimettono in sesto.

SL, il servizio su Lugano-Losanna (Info Notte Sport 27.09.2023)

  • 27.09.2023
  • 20:48

Correlati

Ti potrebbe interessare