Il centrocampista ginevrino
Il centrocampista ginevrino (rsi.ch)

"Ero alla Juve per vincere ma così non è stato"

Zakaria tra mercato, futuro e Nazionale, con la quale vuole restare nel Gruppo A

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato a Bad Ragaz Ariele Mombelli

Come diversi altri compagni di Nazionale, anche Denis Zakaria è stato al centro del mercato estivo, passando dalla Juventus al Chelsea. Una decisione arrivata proprio all'ultimo giorno disponibile. "Cosa non ha funzionato a Torino? È difficile da dire - ha affermato il centrocampista ginevrino - In fondo, pur non brillando nel gioco, abbiamo raggiunto la qualificazione alla Champions League. Penso però che una società del genere debba puntare sempre a vincere, e questo non è successo".

Sento spesso McKennie e Kean, ma non parliamo del difficile momento della Juventus Denis Zakaria

Da lì, allora, la decisione di trasferirsi a Londra: "Sul piano personale lo stile di gioco in Inghilterra si sposa meglio con le mie caratteristiche. Non ho ancora potuto debuttare e non vedo l'ora di farlo, ma sono già felice della mia decisione. Sono sicuro, la nostra è una squadra forte e con molta qualità". Come tante altre in un campionato difficile come la Premier League. "Sì, per la qualità dei giocatori presenti e per l'intensità delle partite, penso sia il campionato migliore al mondo", ha detto Zakaria.

Gavranovic? Era sempre di buon umore e portava simpatia, ci mancherà Denis Zakaria

Lo sguardo si è poi spostato sulla Nazionale e sulla Nations League. Così Zakaria: "Non si tratta di amichevoli, dunque andiamo in campo per vincere sia con la Spagna che con la Cechia, perché vogliamo stare nel Gruppo A". Rispetto alla sfida di andata, cosa bisognerà migliorare? "Spesso credo che dovremmo avere maggiore consapevolezza delle nostre potenzialità. Tanti pensano che siamo una piccola squadra, ma in realtà possiamo contare su alcuni buonissimi giocatori. Abbiamo già dimostrato di poter fare delle bellissime partite contro le grandi, dobbiamo dunque ripeterci", ha concluso.

 
 
Condividi