Doppietta decisiva per capitan Sabbatini
Doppietta decisiva per capitan Sabbatini (Ti-Press)
Lugano
2
Zurigo
1
  • 4' Sabbatini
  • 28' Sabbatini
  • 3' Gogia
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano non si ferma, battuti i neocampioni

Festa grande a Cornaredo con il giro d'onore con la Coppa e la vittoria sullo Zurigo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Serata di festa a Cornaredo, con il Lugano che dopo la passerella con la Coppa a salutare e ringraziare i tifosi, si è imposto contro lo Zurigo (privo di Marchesano) per 2-1 in rimonta grazie alla doppietta di Sabbatini. Un successo che blinda il quarto posto in classifica dei bianconeri, saliti a quota 54 punti e ormai irraggiungibili per il San Gallo e impossibilitati a lottare all'ultima giornata per il podio.

Dopo il giro d'onore davanti ai 5100 spettatori, con Croci-Torti che ha lasciato il palcoscenico ai suoi uomini godendosi lo spettacolo dalla panchina, l'omaggio consegnato ai giocatori partenti a fine stagione (Maric, Lovric, Custodio, Lavanchy, Baumann e Yuri) e il "pasillo de honor" concesso ai neocampioni svizzeri all'entrata in campo (seguiti da un buon numero di supporter), la partita si è immediatamente accesa con il botta e risposta tra Gogia e Sabbatini nel giro di un minuto.

Si è subito capito che sarebbe stata una sfida senza troppo rigore difensivo e dove sarebbe stato messo l'accento sul divertimento, con i bianconeri (in campo all'inizio con la stessa formazione della finale di Coppa tranne per Hajrizi al posto dell'infortunato Daprelà) che hanno fatto qualcosina di più motivati dal giocare l'ultima partita in casa di questa Super League. E così dopo una doppia parata di Kostadinovic su Hajrizi e Celar, è arrivato il secondo gol del capitano dei sottocenerini prima del palo di Gnonto e dell'asta di Bottani. Dopo la pausa Celar, Lovric (palo), Amoura (gol annullato dal VAR) da una parte e gli ex Ceesay e Guerrero dall'altra sono andati vicini a cambiare il punteggio, ma dal 2-1 non ci si è più mossi.

 
 
 
 
Condividi