Gli scontri tra i sostenitori di Zurigo e Grasshopper dello scorso 23 ottobre
Gli scontri tra i sostenitori di Zurigo e Grasshopper dello scorso 23 ottobre (freshfocus)

La SFL vuole chiudere i settori ospiti

È un'ipotesi che si sta valutando dopo gli ultimi fatti di violenza negli stadi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I recenti fatti di violenza stanno inducendo la Swiss Football League a prendere importanti e drastiche decisioni. A far traboccare un vaso già piuttosto colmo sono stati gli scontri tra opposte tifoserie durante il recente derby di Zurigo. Tra le diverse strade da percorrere la SFL sta valutando la chiusura dei settori ospiti, così che si possano "tutelare i tifosi pacifici".

"L'accento è posto sulla protezione della stragrande maggioranza dei tifosi pacifici e dei bambini negli stadi che sono privati ​​del piacere di guardare una partita di calcio da questi eventi negativi, che non hanno assolutamente nulla a che fare con il calcio - si legge in un comunicato - I club e la SFL non possono e non tollereranno più un simile stato di cose, che sta causando danni ingenti, e stanno quindi valutando la fattibilità normativa della chiusura dei settori ospiti".

"È con disappunto che dobbiamo constatare che alcuni gruppi di tifosi non rispettano gli accordi presi e le leggi in vigore - ha poi affermato Claudius Schäfer, amministratore delegato della SFL - Ci si aspetta ora un segnale chiaro dai gruppi di tifosi che tali azioni non siano più supportate e accettabili. Allo stesso tempo, spetta a noi trovare una soluzione a questo problema e organizzare partite pacifiche per tutti i tifosi e tutte le famiglie".

 
Condividi