Ha preferito non cambiare
Ha preferito non cambiare (Keystone)

L'arrivo di Yakin non stravolge la Nazionale

Tante certezze nelle prime convocazioni del nuovo allenatore sostituto di Petkovic

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Annunciato ad inizio agosto come sostituto di Vladimir Petkovic, nella giornata di oggi Murat Yakin ha comunicato le prime convocazioni per il debutto con la Grecia in amichevole e per le sfide valide per le qualificazioni ai Mondiali in Qatar contro Italia e Irlanda del Nord. Dopo solamente qualche settimana di lavoro ci sono state diverse conferme nella rosa composta da 27 giocatori (solo quattro non erano presenti a Euro 2020): da capitan Granit Xhaka (che potrebbe festeggiare contro gli Azzurri la 100a presenza in rossocrociato) a Xherdan Shaqiri, Mario Gavranovic e Haris Seferovic.

Poche quindi le novità tra le file degli elvetici in vista delle importanti sfide di settembre. Potrebbero vestire per la prima volta la maglia della Nazionale il difensore centrale dello Young Boys Cédric Zesiger e l'attaccante 22enne del Brighton Andi Zeqiri, che già era stato convocato per il pre-camp europeo. Renato Steffen (che si era infortunato in primavera) e Michael Aebischer sono invece i volti già noti tornati nel giro della Nazionale maggiore.

 

Condividi