Si prova a capire cosa riserverà il futuro
Si prova a capire cosa riserverà il futuro (Keystone)

"Non so se i nostri fans potranno esserci"

Pier Tami fa il punto alla situazione su quello che sarà l'Europeo itinerante

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tra un paio di mesi si dovrebbe aprire l'Europeo itinerante, ma per ora ci sono ancora diverse incognite. Pier Tami, responsabile della squadre nazionali, fa il punto alla situazione: "Noi siamo pronti ad adattarci ad ogni decisione. Siamo in attesa delle decisioni finali dell'UEFA che cadranno il 19. La Federazione europea ha messo sotto pressione i paesi ospitanti per avere delle certezze che una certa percentuale degli stadi sarà occupata. Resta il punto di domanda se ci potranno essere tifosi svizzeri o se solo indigeni".

Ufficialmente non abbiamo avuto comunicazione di questa decisione, ma sembra che anche l'Italia abbia aderito con un 25% di presenza negli stadi Pier Tami

Intanto i responsabili della Nazionale hanno già fatto delle scelte a modificare i piani iniziali: "Non saremo a Trigoria. Poi i piani C e D non servono, bisogna essere pronti alle decisioni dei gioverni e adattarci. Siamo felici di poter giocare davanti ai tifosi. Però sappiamo che questa è una decisione di oggi. A metà giugno potrebbe essere tutto rivisto".

Ci aspettiamo che il 19 verrà confermato più o meno il formato dell'Europeo previsto inizialmente Pier Tami
 
Condividi