Soci in affari
Soci in affari (Ti-Press)

Renzetti-Novoselskiy scontro totale

"Sono arrabbiato, il suo è un ricatto per poi incolparmi in caso di fallimento"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Alla fine chi rischia di andarci di mezzo è l'FC Lugano. Mentre in campo i bianconeri sembrano cominciare a ingranare, di ieri il successo in casa del Servette, in società è in corso una vera e propria battaglia tra Angelo Renzetti e Leonid Novoselskiy, sfociata in dichiarazioni piuttosto accese sull'eco dello sport. Oggi il socio di minoranza ucraino ha infatti risposto per le rime al presidente, che ieri a margine della partita aveva dichiarato: "Leo può decidere se far vivere o morire il Lugano".

"Sono arrabbiato per quello che ha detto Renzetti - ha spiegato Novoselskiy sempre all'eco dello sport - il suo è un ricatto e io non parlo con chi mi ricatta. Lui vuole dare la colpa a me se la società dovesse fallire. E invece sarà colpa sua al cento per cento. In dieci anni ha avuto una gestione scellerata del club e ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità. Il tutto per il suo ego spropositato. Io ho sempre e avuto soltanto il compito di gestire il settore giovanile che si trova senza debiti".

Fallimento? Non conosco le finanze del club, dovete chiedere a lui. Da parte mia ho sempre fatto e rispettato ciò che diceva il nostro contratto Leonid Novoselskiy
 
 
Condividi