Il bresciano si auspica che il cambio in panchina dia una scossa ai giocatori
Il bresciano si auspica che il cambio in panchina dia una scossa ai giocatori (Ti-Press)

"Sarebbe dovuto essere qui già da giugno"

Nicola Bignotti ha fatto luce sull'arrivo a Chiasso di Alessandro Lupi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Da giorni era nell'aria, e in mattinata è giunta l'ufficialità: Alessandro Lupi sostituisce con effetto immediato Stefano Maccoppi alla guida del Chiasso, con quest'ultimo che dal canto suo rimarrà operativo all'interno della società di confine in qualità di direttore tecnico. In merito alle ragioni di questo avvicendamento si è così espresso l'amministratore unico dei rossoblù, Nicola Bignotti: "Era già pianificato, e sarebbe stato fatto a prescindere da risultati e classifica. Alessandro sarebbe dovuto essere l'allenatore del Chiasso già da giugno, ma purtroppo ritardi del bando di concorso UEFA Pro hanno innescato una serie di rallentamenti burocratici che non gli hanno consentito di iniziare con noi".

Lupi è una persona molto preparata che conosce bene la realtà di Chiasso e quella svizzera Nicola Bignotti

Lo stesso dirigente si è poi è soffermato sulle nuove mansioni che attendono l'oramai ex allenatore: "Maccoppi supervisionerà l'area tecnica, la parte di scouting e si occuperà delle relazioni tecniche con gli altri club. Avremo così la possibilità di seguire più da vicino i nostri giovani, scovando quelli che possono entrare a far parte della prima squadra".

 
Condividi