Calcio

Steffen, una tripletta per la storia

Le pagelle: 3 gol in mezz’ora per il bianconero, la più veloce in Nazionale!

  • 25 marzo 2023, 20:03
  • 24 giugno 2023, 05:59
renato steffen

Scatenato

  • Keystone

dall'inviato a Novi Sad Omar Gargantini

Sommer NG: la prima e unica parata all'11' della ripresa. Neppure troppo impegnativa.

Widmer 4: di solito è lui il "terzino" che spinge, stavolta invece la Svizzera privilegia la corsia sinistra. Partita senza squilli ma utile per mettere minuti nelle gambe dopo l’infortunio al Mainz.

Akanji 4,5: il leader della difesa porta a casa il compitino senza probabilmente nemmeno dover sudare. Tutto troppo facile per un giocatore del suo calibro.

Elvedi 4: sua l’unica sbavatura in assoluto del match quando va a vuoto sul pallone che poi Khvaschinski dopo 65 secondi spara sulla traversa. Uno spavento che ha il merito di dare la sveglia a tutti. Poi anche sfotunato nel finale quando colpisce la traversa di testa.

Rodriguez 5: come ai bei tempi, quando scorrazzava su e giù senza soluzione di continuità. Chiamato spesso in causa, specie nel primo tempo, ci mette concretamente lo zampino nell’azione del terzo gol.

Freuler 4: dei tre della mediana è il meno appariscente, anche se l’impegno come sempre non è mancato.

Zakaria 4,5: al Mondiale aveva sofferto per il ruolo molto subalterno che gli aveva assegnato Yakin e allora oggi sfrutta l’occasione con una prova fisica e molto volonterosa nel ruolo di play.

Xhaka 5: gioca in punta di piedi pensando comprensibilmente ad un finale di stagione dove con l’Arsenal insegue la Premier, ma lo fa al solito con intelligenza e giocate sempre ponderate. All'attivo un gol e un assist, peccato per il "solito" giallo evitabile a partita ormai stravinta.

Steffen 5,5: scelta che aveva fatto storcere il naso a molti quella di Yakin. Che invece ci ha visto giusto: il bianconero fa addirittura tripletta in mezz’ora (in precedenza aveva segnato un solo gol nell'ottobre 2021), la più veloce nella storia della Nazionale! Una bella iniezione di fiducia pensando al Lugano.

Itten 4: Yakin voleva un centravanti abile nel gioco aereo in mezzo all’area, in realtà Itten deve fare soprattutto la sponda spalle alla porta. Resta il senso di una scelta incompiuta.

Vargas 5: è lui a suonare la sveglia dopo lo spavento iniziale, con strappi, giocate e inserimenti. Un assist in prima (per l’1-0) e uno in seconda (per il raddoppio) a conferma della sua vivacità.

Okafor 4,5: per certi versi ormai un "caso". Yakin lo vede solo centravanti in alternativa a Embolo ma anche oggi lo relega in panchina. Entra a giochi fatti e manda subito in gol Xhaka. Avrà martedi una chance da titolare?

Amdouni 5: conferma lo stato di forma che ne sta facendo uno dei grandi protagonisti della primavera di Super League timbrando il cartellino al primo pallone toccato per il primo sigillo in Nazionale. Sfiora anche il bis in seguito fermato solo dal palo. Prospetto di grande prospettiva.

Rieder, Fassnacht e Zesiger NG.

Yakin 5: fa scelte audaci (Itten e Steffen anziché Amdouni e Okafor) ma viene premiato. E soprattutto ha il merito di mettere in campo una squadra ben organizzata attorno al 4-3-3, che prende molto seriamente la sfida sfondando soprattutto a sinistra.

Euro 2024, le pagelle per Bielorussia-Svizzera (25.03.2023)

RSI Calcio 25.03.2023, 20:56

Ti potrebbe interessare